• 03_Radda.jpg
  • 07_Radda.jpg
  • 05_Radda.jpg
  • 08_Castello_Albola.jpg
  • 10_Castello_Albola.jpg
  • 09_Le_Marangole.jpg
  • 06_Radda.jpg
  • 11_Volpaia.jpg
  • 04_Radda.jpg
  • 1_Pieve_SMNovella.jpg
  • 12_Volpaia.jpg
  • 01_Radda.jpg
  • 02_Radda.jpg

Accesso Civico

DIRITTO DI ACCESSO A DATI E DOCUMENTI - artt. 5 e 5-bis del D.Lgs. 33/2013


ACCESSO CIVICO "SEMPLICE"


L'accesso civico "semplice" è il diritto di chiunque di chiedere la pubblicazione di documenti, informazioni o dati che il Comune ha l’obbligo di pubblicare sul sito web istituzionale ed è disciplinato dall'art. 5 comma 1 del D.Lgs. 14/3/2013, n.33, di seguito riportato:

Art.5  D Lgs. 2013/33

1. L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.
[...]


Come esercitare il diritto di accesso civico "semplice"

 La richiesta di accesso civico "semplice" può essere presentata da chiunque, non deve essere motivata, è gratuita e deve essere indirizzata al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), che ha l’obbligo di provvedere entro 30 giorni.

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza è il Segretario Comunale, dr.ssa Alessandra Capaccioli (tel. 0577 739634).

Titolare del potere sostitutivo è il Sindaco.

La domanda per esercitare il diritto di accesso potrà essere inoltrata all’indirizzo e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o all’indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

utilizzando la procedura guidata disponibile al seguente link:

http://www.foiapop.it/ente/7f80f8bf-1bad-4180-9479-4b14d36569b0/accesso-civico-semplice/at/list


ACCESSO CIVICO “GENERALIZZATO”


L'accesso civico “generalizzato” è il diritto di chiunque ad accedere a tutti i dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli soggetti ad obbligo di pubblicazione ai sensi del decreto sulla trasparenza ed è disciplinato dall'art. 5 comma 2 del D.Lgs. 14/3/2013, n.33, come novellato dal D.Lgs. 25/5/2016, n.97 (Freedom of Information Act – F.O.I.A.).

Art. 5, comma 2, D. Lgs. 2013/33

2. Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalla pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto...[...]


Responsabile del procedimento

Responsabile dell'Ufficio che detiene i dati, documenti e informazioni.


Oggetto

Dati, documenti e informazioni detenuti dal Comune, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del D.Lgs. 33/2013.


Modalità

La nuova norma riconosce a ogni cittadino il diritto di accedere a tutti i dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni, senza necessità di essere titolare di situazioni giuridicamente rilevanti.

Chiunque può presentare l'istanza di accesso civico generalizzato, senza necessità di fornire motivazione. La richiesta di accesso è gratuita, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dalla P.A. per la riproduzione di dati o documenti su supporti materiali.

Le domande non devono essere generiche, ma devono consentire l’individuazione del dato, del documento o dell'informazione per cui si richiede l'accesso.


A chi presentare l'istanza

L’istanza può essere presentata direttamente all’ ufficio che detiene i dati, i documenti o le informazioni, oppure al protocollo dell’Ente, utilizzando l’indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Responsabile dell'ufficio che detiene i dati è tenuto a dare riscontro alla richiesta con un provvedimento espresso e motivato entro il termine di 30 giorni. Tale termine è sospeso in caso in cui vi siano controinteressati, i quali possono proporre opposizione entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte degli uffici comunali.

In caso di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta, il richiedente può presentare istanza di riesame al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, che provvede a riesaminare la richiesta e decide in merito alla stessa entro il termine di 20 giorni.

Avverso il diniego del Comune, o avverso la decisione al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza a seguito di riesame, il richiedente può proporre ricorso al TAR entro 30 giorni o al Difensore Civico Regionale, che si pronuncia entro 30 giorni.

La domanda di accesso civico generalizzato può essere presentata utilizzando la procedura guidata disponibile al seguente link: 

http://www.foiapop.it/api/accesso-civico-generalizzato?cf=00229470521


Per maggiori informazioni, consultare il sito: www.foiapop.it